Chichen Itza mexico

Chichen-Itzà, i misteri dietro la piramide Maya

Siete mai stati in Messico? Se la risposta è no allora probabilmente non vi siete ancora imbattuti in questo popolo meraviglioso: i Maya! Chichen-Itzà è il famosissimo sito archeologico in Yucatàn, conosciuto per la sua piramide, divenuto patrimonio dell’UNESCO nel 1988. La cultura Maya è piena di misteri e simbolismi, scopriamone alcuni!!

L’origine del nome Chichen-Itzà

La prima pillola che vogliamo condividere con voi riguarda l’origine del nome del sito archeologico. Chichén Itzá è composto dalle parole chi = boccach’en =pozzo, e tradotto significa “Alla bocca del pozzo degli Itza“. Lo Yucatàn è un’area molto arida del Messico e i popoli antichi, tra cui gli Itzà, usavano sistemarsi in prossimità dei famosi Cenotes. Questi sono dei fori enormi nel terreno pieni di acqua dolce essenziale per la sopravvivenza dei popoli. Proprio per questo nei Cenotes venivano fatti sacrifici, anche umani, al dio della pioggia Chaak.

Chichen Itzà in Yucatan, Messico

Chichen-Itzà e il calendario Maya

L’attrazione principale di questo sito archeologico è la piramide di Kukulkan. Se a prima vista sembra essere solo una montagna di pietra, per i Maya era un vero e proprio calendario! Le 4 facciate della piramide indicano le stagioni e le 18 terrazze corrispondono ai mesi del calendario maya. I 52 pannelli di ogni facciata simboleggiano gli anni che compongono il secolo maya e.. indovinate quanti gradini ci sono in totale? Esattamente 365, come i giorni dell’anno! Qualcuno avrà notato che, solamente su una facciata, c’è la scultura del serpente piumato, Quetzalcoatl, il dio della pioggia e della fertilità. Due volte l’anno e precisamente agli equinozi di primavera e d’autunno, sia all’alba che al tramonto, l’ombra del serpente viene proiettata perfettamente e sembra scendere dalla piramide! Vi riportiamo qui un video pubblico, sono pochi i fortunati che riescono ad assistere all’evento.

Il Quetzal e la pioggia, mistici suoni della piramide di Kukulkan

La curiosità più incredibile di tutte è sicuramente quella che riguarda i suoni. Sembra che la piramide di Kukulkan sia stata progettata per generare sofisticati effetti acustici. Nonostante oggi non sia più possibile scalare la piramide di Chichen-Itzà per motivi di sicurezza si dice che il calpestio dei piedi sui gradoni riproduca un suono simile ad acqua che sgocciola in un secchio.

Inoltre, posizionandosi esattamente di fronte alla piramide, in corrispondenza della cavità in cima alla scalinata, e battendo le mani.. si può incredibilmente ascoltare il verso del Quetzal, uccello dal piumaggio colorato sacro ai Maya. Siamo rimasti totalmente a bocca aperta davanti a questo spettacolo unico…un po’ meno magico è stato vedere gruppi e gruppi di turisti intenti a battere le mani per riuscirci!

chichen itzà kukulkan

 

Scopri il nostro itinerario completo di 2 settimane in Messico!

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 0 / 5. Voti totali: 0

Questo post non ha ancora ricevuto voti, vota TU per primo!

Siamo felici che il post ti sia piaciuto!

Seguici anche sui social!

Ci dispiace molto che il post non ti sia piaciuto...

Aiutaci a migliorare!

Hai qualche consiglio da darci?

Seguici sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X
Privacy Policy Cookie Policy
error

Seguici anche sui social!