mangiare in grecia

Cosa mangiare in Grecia: piatti tipici e tradizione dei sapori

Cosa mangiare in Grecia? Tutti sanno che si può cenare al ristorante anche tutte le sere spendendo al massimo 15-20€ a testa, molto più economico dell’Italia. Se, come noi, amate testare i piatti forti della zona che visitate, non potete perderevi alcuni piatti tipici. In questo articolo non li troverete proprio tutti, ci limitiamo a raccontarvi quelli che abbiamo assaggiato durante la nostra vacanza in Penisola Calcidica, a sud di Salonicco. La Grecia è la patria dell’olio, del miele, della cannella e ovviamente della feta. Questi sapori non mancano mai sulla tavola dei nostri cugini greci e sono spesso accompagnati da un’enorme quantità di… aglio e cipolla!

Piatti tipici di pesce: dal Chtapodi al Saganaki

Ovviamente, vista la convenienza economica, abbiamo mangiato moltissimo pesce locale, tra cui sgombro, merluzzo e orata cucinati in maniera classica, ma non perdetevi le chicche!

Il polpo essicato al sole e cotto alla griglia (sundried octopus, Chtapodi in greco), è un grande classico. Lo trovate un po’ ovunque, soprattutto nelle taverne sul mare. Occhio ai prezzi perchè, solitamente, si parla di un singolo tentacolo e i locali molto turistici a volte ci marciano!

Anche cozze o gamberi in salsa saganaki sono da provare: il pesce viene servito in una salsa rossa speziata a base di feta greca, pomodoro e cipolla.

Piatti tipici di carne: dal Gyros al Souvlaki

Se preferite la carne in Grecia non farete alcuna difficoltà ad assaggiare i famosi Gyros, carne di maiale o pollo cotta come il kebab e servita al piatto o nella pita (per lo più in stile street food), oppure il Souvlaki, spiedini di maiale cotti alla brace. Un altro piatto famosissimo è la Moussaka, una sorta di nostra parmigiana composta da strati di melanzane, carne macinata, formaggi e patate. Noi l’abbiamo provata più volte e ognuna ci è sembrata un po’ diversa a seconda della mano del cuoco!

Formaggi: la Feta Greca è la regina della tavola

Per gli amanti dei formaggi la Grecia è il posto giusto! La Feta Greca, oltre che nella classica insalata greca (pomodori, cetrioli, olive, feta e… tanta, tantissima cipolla) viene cucinata in mille modi diversi e gustosi! Noi abbiamo assaggiato la feta fritta con miele e sesamo, la feta al forno con pomodori e pepe, la “feta in carrozza”… sempre ottima. Spesso viene usata anche philadelphia e parmigiano (così dicono..) nei piatti, oltre ad altre varietà di formaggi.

I dolci: un mondo che profuma di miele e cannella

Dulcis in fundo… i dolci! I Greci offrono una varietà e una quantità di dolci tale da far perdere la testa anche a chi non li ama particolarmente, come Elena! Sono spesso molto molto, ma mooolto dolci. La Baklava è preparata con pasta fillo arrotolata attorno a più strati di miele e frutta secca (pistacchi, noci, mandorle..). I Loukoumades sono delle palline di pasta fritte e ricoperte di miele, frutta secca tritata e cannella; la Kataifi, invece, si presenta come piccoli rotolini di pasta fillo, anch’essi ripieni di frutta secca, ricoperti di miele e di fili finissimi di pasta. Soprattutto nei dolci si ritrova spesso l’influenza turca nella cucina greca.

Antipasti e Contorni: Tzatziki e Patate Fritte sono i grandi classici.

Immancabili ad ogni pasto le patate fritte usate quasi sempre come contorno e lo Tzatziki, la rinomata salsa composta da yogurt greco, cetriolo, menta, aneto ed aglio, spesso servita come antipasto accompagnato da pane leggermente abbrustolito. In molti ristoranti e taverne è di uso comune offrire frutta e un dolcetto a fine pasto, anche se non accade sempre.

Mezedes e Ouzo, l’aperitivo greco che ricorda le tapas spagnole

L’alternativa alla classica cena sono i Mezedes, un alter ego greco delle tapas spagnole. Piatti salati di moderate dimensioni, ideali per assaggiare in una volta sola più pietanze o per fare un ricco aperitivo ellenico. Per i più audaci la bevanda ideale da consumare insieme è l’Ouzo, il distillato indisciplinato amato dai greci, con una gradazione tra i 40° e i 50°, aromatizzato principalmente con anice.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 0 / 5. Voti totali: 0

Questo post non ha ancora ricevuto voti, vota TU per primo!

Siamo felici che il post ti sia piaciuto!

Seguici anche sui social!

Ci dispiace molto che il post non ti sia piaciuto...

Aiutaci a migliorare!

Hai qualche consiglio da darci?

Seguici sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X
Privacy Policy Cookie Policy
error

Seguici anche sui social!