Saragozza, cosa vedere nella perla aragonese

Saragozza è il capoluogo della regione Aragona ed è la quinta città spagnola per numero di abitanti. Ne avete mai sentito parlare? Forse no, ma noi ci abbiamo lasciato un pezzetto di cuore (in particolare io, Elena, dopo averci vissuto un anno in Erasmus!). Vi accompagneremo in questo giro virtuale en la ciudad. Ci troviamo a metà strada tra Barcellona e Madrid, quindi potrete aggiungere la tappa se siete diretti verso una delle due 🙂

KML-LogoFullscreen-LogoGeoRSS-Logo
Saragozza, Aragona

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Saragozza: 41.652100, -0.880943
Madrid: 40.416700, -3.703580
Barcellona: 41.382900, 2.177430

Come Arrivare a Saragozza

L’aeroporto della città è molto vicino al centro, circa 10 km. Dall’Italia esistono molti voli diretti low cost, se non fosse il vostro caso è necessario volare fino a Madrid o Barcellona e poi scegliere se prendere il treno o l’autobus. I treni renfe in un’ora e mezza arrivano alla stazione Delicias ed hanno un prezzo medio di 50-60€, gli autobus impiegano circa 4h, ma ad un prezzo di 15€. Per comprare online, potrete usare il sito di Renfe.

Quando andare a Saragozza?

Saragozza è una città che non ha uno sbocco sul mare e si trova in una sorta di “conca”. Quindi risulta essere molto calda in estate e piuttosto fredda in inverno. Nei mesi invernali la città è caratterizzata da un fortissimo vento freddo che i locali chiamano El Cierzo. Insomma, meglio organizzare un passaggio nella cittadina aragonese in Primavera o Autunno.

Come muoversi nella città di Saragozza

La città è a misura d’uomo, la si può quindi girare facilmente a piedi. Per comodità si può comprare un biglietto e usare il Tramvia che attraversa tutta Saragozza. Se avete intenzione di usarla con frequenza vi consigliamo di acquistare la card ricaricabile, più economica e utilizzabile da tutto il gruppo di viaggio (max. 15 timbrature per viaggio, acquistabile nelle edicole, nei centri commerciali, nelle banche e al comune).

Un’alternativa è quella di affittare una bicicletta e muoversi sulle molteplici piste ciclabili presenti in città. Qui un link di un negozio che effettua noleggio biciclette: La Cicleria. Altrimenti si può sfruttare il servizio di bike sharing della città Bizi Zaragoza, 5,28€ per 72h di utilizzo >> maggiori info sul sito.

Indipendentemente da quanto tempo vi tratterrete ci sono alcuni posti che vi lasceranno stupefatti, ecco le 10 cose da vedere assolutamente a Zaragoza.

KML-LogoFullscreen-LogoGeoRSS-Logo
Saragozza

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Basilica Nuestra Senora del Pilar: 41.656691, -0.878549
La Seo: 41.655168, -0.876263
La Lonja: 41.655777, -0.876585
Parco Grande José Antonio Labordeta: 41.635608, -0.895765
Zona Expo 2008: 41.668398, -0.900607
Teatro Romano Cesaraugusta: 41.652066, -0.877787
Museo di Saragozza: 41.648165, -0.878781
Palazzo della Aljaferìa: 41.656773, -0.896902
Stazione Delicias - Saragozza: 41.658448, -0.910778
Mura Romane: 41.657204, -0.881757

1 – La Basilica del Pilar, l’omonima piazza e il Mirador

La Basilica del Pilar è senz’altro il simbolo della città e la si può ammirare da tutte le prospettive senza vederla mai allo stesso modo, soprattutto quando si specchia nel Rio Ebro. Si dice che sia il più antico santuario della cristianità, la cui cappella primitiva venne costruita dopo l’apparizione della Vergine Maria su uno dei pilastri (pilar) di alabastro.

La Madonna del Pilar divenne un simbolo per tutto il popolo ispanico e, proprio nel giorno della scoperta dell’America, il 12 ottobre di ogni anno, si celebra la Festa del Pilar. Spagnoli da ogni dove si recano alla Basilica, in una processione che dura anche più di 10 ore, per la ofrenda de flores (offerta dei fiori). Un fiume di persone che, ballando e cantando in abiti tipici, porta dei fiori che andranno a creare “l’abito della Vergine” riempiendo una struttura di metallo sistemata sotto la basilica. Non perdetevi la vista dall’alto dal Mirador, una delle torri, al costo di 3€ (orario invernale 10-13,30 e 16-18,30 lunedì chiuso – orario estivo 10-14 e 16-19).

La Piazza del Pilar, dove sorge la basilica, è tutta da scoprire: sul lato sinistro c’è la Fuente de la Hispanidad, un’enorme fontana a forma di America Latina, poco più in là una riproduzione del pianeta terra e poi tre blocchi di pietra che rappresentano le 3 caravelle di Colombo usate durante la scoperta dell’America.

Oltre ad essere una piazza che toglie il fiato, soprattutto quando cala il sole, è il centro di tutte le attività principali e le feste della città, è l’anima di Saragozza.

2 – La Seo: la cattedrale

La Seo è la cattedrale della città, si trova sempre in piazza del Pilar, ma sorge sul lato destro della basilica, sopra il sito archeologico del foro romano. L’ingresso costa 4€ e gli orari variano in base al periodo dell’anno: vale assolutamente la pena di entrare, l’interno è molto più bello ed affascinante dell’esterno!

3 – La Lonja: la borsa di Saragozza

Sempre nella piazza del Pilar, tra la cattedrale e la basilica, sorge la Lonja di Saragozza: la massima espressione dell’arte rinascimentale di tutta Aragona. Nasce con funzione di borsa e come luogo di contrattazione commerciale, oggi è un monumento di estrema bellezza adibito a sala espositiva che possiamo visitare. 

 

Ingresso gratuito.

Orari di apertura: da Martedì a Sabato da 10:00 a 14:00 e da 17:00 a 21:00 Festivi e Domenica Da 10:00 a 14:30

Giorni di chiusura: Lunedì

4 – Il Castello dell’Aljaferìa

Il castello risale all’epoca dell’occupazione islamica della Spagna ed è infatti una fortezza dallo stile mudéjar.

All’interno rimarrete stupiti dalla sua architettura e verrete catapultati nell’affascinante cultura araba. Si trova in Calle de los disputados, un può fuori mano rispetto al resto (circa 20 Min a piedi dalla basilica del Pilar). È raggiungibile anche in autobus (n. 21, 22,31, 32, 33, 34, 36 e 51) e il biglietto costa 5,00 €.

5 – Il Parque Grande José Antonio Lambordeta

Se cercate una pausa verde, non perdetevi una passeggiata tra le fontane del Parque Grande di Saragozza! Se salirete la scalinata potrete godere di una splendida vista sul parco.

6 – La zona dell’Expo del 2008

La zona della città che ospitò nel 2008 l’Expo di Saragozza occupa una lingua di terra creata da un’ansa del fiume Ebro, nella zona nord del capoluogo aragonese: meandro de Ranillas. Il tema era l’acqua e lo sviluppo sostenibile. Qui la zona è molto tranquilla ma anche piuttosto vasta, può essere un’idea girarla in bicicletta! Tra le attrazioni principali vi sono il parque del agua, palacio de congresos e l’alma del Ebro, il pabellon puente, l’acuario fluvial.

7 – Saragozza colonia romana: i resti di Cesaraugusta

Saragozza è stata una’antica colonia romana, il nome originario era Caesaraugusta. Per questo motivo nella città vedrete molti resti romani a partire dalle mura. Il tratto più lungo che resta è visibile in Avenida de César Augusto. Lì è esposta anche una statua in bronzo dell’Imperatore Augusto.

Sono visitabili anche i resti del teatro romano, scoperto nel 1972. Sia il teatro che il museo sono aperti dal martedì alla domenica. Potete decidere se acquistare il singolo ingresso o il Pass Ruta Caesaraugusta, che comprende anche le terme, il foro e il porto fluviale.

8 – Barrio del Tubo: tapas e movida

Tipico quartiere spagnolo con vicoli stretti e bar di tapas ogni metro. Fate un giro in serata e concedetevi una scorpacciata di tapas tipiche sorseggiando una cerveza gelata mentre i vicoli si animano di musica e gente.

9 – La street art del barrio El Gancho

Nel quartiere San Pablo, in gergo El Gancho, è esplosa una vera e propria rimodernizzazione del vecchio quartiere popolare. Grazie al Festival Asalto le strade di questa zona della città di Saragozza dal 2005 si riempiono di murales. L’arte urbana dona nuova vita alle strade della zona e vengono organizzati dei veri e propri tour per vederli. In zona plaza des armas era possibile, quando siamo stati, reperire addirittura una mappa per trovarli tutti. Anno dopo anno, visto il successo dell’iniziativa, ne sono stati creati molti altri anche in altri quartieri della città.

10 – Museo di Saragozza – Archeologia e belle arti

Archeologia, storia e belle arti. Visitando il museo di Saragozza si può conoscere meglio la storia e l’arte del capoluogo aragonese. L’ingresso è libero e vale una visita!

Orari di apertura: dal martedì al sabato dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 17:00 alle 20:00. Domenica dalle 10:00 alle 14:00 Lunedì non festivi chiuso. Per maggiori info su orari e visite sul sito ufficiale del museo.

Extra – I ponti della città a cavallo del Rio Ebro

Cosa ci sarà mai di bello nei ponti? La loro diversità! Affittare una bicicletta e percorrere le piste ciclabili lungo il fiume Ebro vi permetterà di vedere molti dei ponti che uniscono la città. Dai più moderni a quelli più antichi come il Ponte di Pietra dal quale si può avere un’ottima prospettiva sulla basilica del Pilar. Una passeggiata (o pedalata!) per la storia di Zaragoza.

E tu ci sei mai passato per Saragozza? Se sì facci sapere nei commenti se ti è piaciuta!!

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 0 / 5. Voti totali: 0

Questo post non ha ancora ricevuto voti, vota TU per primo!

Siamo felici che il post ti sia piaciuto!

Seguici anche sui social!

Ci dispiace molto che il post non ti sia piaciuto...

Aiutaci a migliorare!

Hai qualche consiglio da darci?

Seguici sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X
Privacy Policy Cookie Policy
error

Seguici anche sui social!