Coronavirus, lettera al mondo

Fermati un attimo – Lettera al Mondo

STOP. Fermati un attimo e guardati intorno. È davvero questo il risultato della presenza umana sulla Terra?

Questo virus ci è sembrato fin da subito un enorme ostacolo da superare, un nemico da sconfiggere per poter tornare il prima possibile alla vita di prima, alla vita di sempre. Ci siamo disperati per tutto ciò che ci è stato tolto all’improvviso: le uscite con gli amici, le gite all’aria aperta, le passeggiate in riva al mare, le serate a ballare nei locali, gli abbracci, i viaggi…la libertà!

Siamo così profondamente corrosi dalla frenesia delle nostre giornate e dalla nostra routine che abbiamo momentaneamente perso di vista ciò che conta davvero, le cose che ci fanno sorridere gli occhi, quelle che ci fanno bene alla mente. La fretta e la monotonia dei giorni che si susseguono ci hanno fatto apparire scontate le cose a cui teniamo di più e che oggi non ci sono permesse.

Non era forse la vita di prima che ci stava togliendo davvero qualcosa?

Così, mio caro Mondo, mi sono fermata ad ascoltarti e mi sono resa davvero conto di quanto prima l’uomo non ti sentisse urlare. Basta!

L’umanità si è messa in pausa per poco più di mese e Tu, finalmente, hai ripreso a respirare come non ti capitava da secoli. Bastava congelare tutto e tutti per soli 40 giorni per vederti così? Pare proprio di sì e mi sembra assurdo.

Lo strato di smog sulle nostre città sta lasciando spazio all’aria pulita, le acque di fiumi e canali hanno riacquisito la loro limpidezza naturale, l’erba sbuca per le strade vincendo il pesante asfalto che copre la terra e i delfini sono spuntati perfino ad Ostia dove non si erano mai visti prima!



Ma senza andare troppo lontano, caro Mondo, ti voglio raccontare di Noi

Noi che facciamo tesoro dei piccoli grandi gesti fatti con il cuore. Quante volte, nonostante ciò, ci siamo lamentati di cose che oggi ci mancano? Quel pranzo di famiglia a cui preferivamo non partecipare per poter fare altro, quella serata a cui siamo andati contro voglia perché eravamo stremati dalla settimana, quelle giornate piene di impegni che ti riportano a casa tardissimo… E oggi? Desideriamo tutto questo ardentemente e capiamo davvero quanto eravamo fortunati prima, quanto valeva la nostra Libertà. Ma questa quarantena ha avuto anche dei lati positivi, ci è stata tolta la libertà, è vero, ma ci è stato regalato il Tempo! Tempo per noi stessi, tempo per coltivare i nostri hobby, tempo per i progetti lasciati a metà… o “banalmente” tempo per stare di più insieme a chi amiamo (almeno per me ed Alessandro che abbiamo la fortuna di essere sotto lo stesso tetto). Ti pare poco?

Ma cosa cambierà dopo il virus?

Di sicuro dopo il virus cambierà il nostro modo di sentirci liberi, il nostro modo di incontrarci e di muoverci. Ma quello che mi chiedo davvero è: cambierà l’atteggiamento delle persone nei confronti degli altri e nei Tuoi confronti, Mondo? Purtroppo temo che questi due mesi resteranno, nella mente di molti, solo un lontano brutto ricordo e che l’egoismo torni come se non se ne fosse andato mai. Quello che mi auguro, invece, è che il coronavirus abbia mosso qualcosa nelle persone, e che quella vocina che sentiamo noi nel nostro cuore si faccia più forte anche nei loro. Quella vocina che ci dice di amare ancora di più noi stessi e il prossimo, che ci porta ad essere più gentili con gli altri e che ci convince, ancora più di prima, che dobbiamo proteggerti, caro Mondo.

 

E tu? Ti senti cambiato dopo questa esperienza? Chi sarà il nuovo TE dopo il Coronavirus? Ci piacerebbe leggere nei commenti a questo post, se ti va, se e in che modo ti senti diverso oggi rispetto a ieri…

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voti 5 / 5. Voti totali: 1

Questo post non ha ancora ricevuto voti, vota TU per primo!

Siamo felici che il post ti sia piaciuto!

Seguici anche sui social!

Ci dispiace molto che il post non ti sia piaciuto...

Aiutaci a migliorare!

Hai qualche consiglio da darci?

Seguici sui social:

4 comments

  • Mondomaucio

    Credo che ho imparato a viverla un po’ più con filosofia senza frenesia. Imparato ad apprezzare le piccole cose riscoprendo anche più me stesso.

    • Elena

      Ciao! Sì, certamente anche noi abbiamo riconfermato il valore di quelle piccole grandi cose che ci rendono felici. A volte ci si scorda di quanto siano importanti, le diamo per scontate… ma poi è in periodi come questi che la consapevolezza ci schiarisce la vista 🙂

  • Carlotta

    Io ho scoperto nuove passioni e trovato nuovi stimoli! Cercherò di fare tesoro di questa “esperienza”per non dimenticarmi di portare avanti i nuovi progetti che stanno nascendo!!

    • Elena

      Eh, quando si tornerà alla normalità e quindi alla frenesia di prima, speriamo anche noi di trovare il tempo e soprattutto le forze di dedicare tempo agli hobby e a noi stessi come stiamo facendo in quarantena… Ci vuole tanta buona forza di volontà!! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X
Privacy Policy Cookie Policy
error

Seguici anche sui social!